Visite: 105

 

PRIORITÀ STRATEGICHE E PRIORITÀ FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEGLI ESITI

Le priorità, i traguardi e gli obiettivi individuati dal rapporto di autovalutazione (RAV) e il conseguente piano di miglioramento dovranno costituire parte integrante del PTOF, sulla base dei protocolli di valutazione e delle scadenze temporali previsti da INVALSI.
Le priorità emerse dal RAV sono:

  • 1 - risultati scolastici degli studenti;
    2 - educare gli studenti a "pensare" ed innescare processi logico -deduttivi, piuttosto che confidare nelle loro capacità mnemoniche;
    3 innalzamento e livellamento verso l'alto delle competenze di base per italiano e matematica;
    4 Competenze chiave europee;
    strutturare e condividere trasversalmente un criterio univoco di valutazione di queste competenze pianificare la crescita degli studenti responsabilizzandoli in maniera via via crescente. Il presente piano parte dalle risultanze dell’autovalutazione d’istituto, così come contenuta nel rapporto di autovalutazione (RAV).
    In particolare, si rimanda al RAV per quanto riguarda l’analisi del contesto in cui opera l’istituto, l’inventario delle risorse materiali, finanziarie, strumentali ed umane di cui si avvale, gli esiti documentati degli apprendimenti degli studenti, la descrizione dei processi organizzativi e didattici messi in atto.
    Come punto di partenza per la redazione del piano si riprendono qui in forma esplicita gli elementi conclusivi del RAV e cioè: priorità, traguardi di lungo periodo, obiettivi di breve periodo.
    Le priorità che l’Istituto si è assegnato per il prossimo triennio sono:
    · Potenziare il ragionamento (deduttivo ed induttivo) coinvolgendo tutte le discipline;
    · potenziare la lettura e l'acquisizione di lessico specifico.
    · Strutturare e condividere trasversalmente un criterio univoco di valutazione di queste competenze.
    · Pianificare la crescita degli studenti responsabilizzandoli in maniera via via crescente
    I traguardi che l’Istituto si è assegnato in relazione alle priorità sono:
    · Innalzare il livello dei risultati delle prove INVALSI, almeno fino a livello nazionale medio, riferito alle fasce di appartenenza della scuola.
    · Valutazione ed analisi delle competenze per verificare l'effettiva efficacia delle azioni svolte in quest'ambito.
    · Formare il cittadino responsabile.

Torna all'inizio del contenuto